“Non andartene docile in quella buona notte. Infuriati, infuriati, contro il morire della luce.”

Un film, una poesia e la più importante lezione per la tua crescita personale.

www.efficacemente.com

Non andartene docile in quella buona notte,
I vecchi dovrebbero bruciare e delirare quando cade il giorno;
Infuria, infuria, contro il morire della luce.

Benché i saggi sappiano che la tenebra è inevitabile,
visto che dalle loro azioni non scaturì alcun fulmine,
Non se ne vanno docili in quella buona notte,

Gli onesti, con l’ultima onda, gridando quanto fulgide
le loro deboli gesta danzerebbero in una verde baia,
S’infuriano, s’infuriano contro il morire della luce.

Gli impulsivi che il sole presero al volo e cantarono,
imparando troppo tardi d’averne afflitto il percorso,
Non se ne vanno docili in quella buona notte.

Gli austeri, in punto di morte, accorgendosi con vista cieca
che gli occhi spenti potevano gioire e brillare come meteore,
S’infuriano, s’infuriano contro il morire della luce.

E tu, padre mio, là sulla triste altura, ti prego,
Condannami o benedicimi, ora, con le tue lacrime furiose.
Non andartene docile in quella buona notte.
Infuriati, infuriati contro il morire della luce.

Dylan Thomas.

Ho sempre adorato la fantascienza, soprattutto quei libri e quei film ambientati nello spazio profondo. Immergermi in quei luoghi lontani, inesplorati e illimitati ha la capacità di trasmettermi un senso di meraviglia e quiete.

Per questo di recente ho voluto rivedere Interstellar, di Christopher Nolan: entrato di diritto tra i miei film di fantascienza preferiti.

C’è chi lo ha amato e c’è chi lo ha trovato noioso da morire. Non importa: in realtà non è del film che voglio parlarti nell’articolo di oggi, ma di una poesia. Una poesia che accompagna alcune scene di Interstellar, una poesia potente e ricca di spunti per la nostra crescita personale.

Stacca tutto, riservati cinque minuti solo per te ed immergiti insieme a me in queste parole del poeta gallese Dylan Thomas:

Non andartene docile in quella buona notte – Dylan Thomas (1951)

www.efficacemente.com/crescita-personale/non-andartene-docile-in-quella-buona-notte/

2 thoughts on ““Non andartene docile in quella buona notte. Infuriati, infuriati, contro il morire della luce.”

  1. Pingback: “Non andartene docile in quella buona notte. Infuriati, infuriati, contro il morire della luce.” – giro bloggando … ⛩'Dio é un gemito, é un bacio e la preghiera é il respiro dell'Anima.⛩

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...