Hubble e Webb uniti nell’immagine di M74 È proprio vero che l’unione fa la forza, anche nel caso di Hubble e Webb. I due telescopi, il primo imbattibile a lunghezze d’onda dell’ultravioletto e del visibile, il secondo impareggiabile quanto a risoluzione e sensibilità nell’infrarosso, insieme hanno creato una nuova immagine della galassia M74, una spirale con formazione stellare attiva molto studiata dagli astronomi

M74 shines at its brightest in this combined optical/mid-infrared image, featuring data from both the NASA/ESA Hubble Space Telescope and the NASA/ESA/CSA James Webb Space Telescope. The dust threaded through the arms of the galaxy is coloured red, and the young stars throughout the arms and the nuclear core are picked out in blue, by the James Webb Space Telescope’s Mid-InfraRed Instrument – MIRI. Meanwhile, the Hubble Space Telescope’s Advanced Camera for Surveys adds depth: the glow of the heavier, older stars towards the galaxy’s centre are primarily yellow, combined with the blue in this image to make a spooky green glow. The red bubbles of star formation are also visible in Hubble’s optical wavelengths. Scientists combine data from telescopes operating across the electromagnetic spectrum to truly understand astronomical objects. In this way, data from Hubble and Webb compliment each other to provide a comprehensive view of the spectacular M74 galaxy. Links Image A Image C

Sfatiamo il mito che il telescopio spaziale James Webb sia il successore di Hubble. Lo dimostra questa immagine, in cui l’osservatorio infrarosso lanciato alla fine dello scorso anno ha completato uno dei volti più noti della scienza di Hubble: la galassia M74, una spirale nella costellazione dei Pesci. L’avevamo già vista immortalata da Webb, ma qui le unicità e competenze dei due telescopi sono state unite a coprire un intervallo di lunghezze d’onda molto più vasto. È questa la potenza della collaborazione fra i due osservatori spaziali.

La galassia a spirale M74 osservata da Hubble e da Webb separatamente (nei pannelli di sinistra e destra), e insieme (nel pannello centrale). Crediti: Esa/Nasa

M74, chiamata anche Galassia Fantasma, è una spirale orientata di faccia rispetta alla Terra. Significa che possiamo vederne chiaramente i suoi bracci di spirale che, in questa galassia molto più che in altre, sono ben delineati e ordinati. Grazie all’elevata risoluzione di Webb, è possibile distinguere anche i singoli filamenti di gas e polvere all’interno dei bracci a spirale, che si snodano verso l’esterno dal centro dell’immagine. La mancanza di gas nella regione nucleare, poi, per la prima volta consente di vedere l’ammasso stellare nel nucleo della galassia.

Webb ha osservato M74 con lo strumento Miri, nell’ambito di un programma osservativo volto a mappare nell’infrarosso 19 galassie vicine con formazione stellare attiva, all’interno di una collaborazione internazionale chiamata Phangs. Tutte le galassie proposte dalla collaborazione erano già state osservate dal telescopio spaziale Hubble e da altri osservatori a terra. L’aggiunta delle osservazioni cristalline di Webb a lunghezze d’onda maggiori, però, farà la differenza per individuare le regioni di formazione stellare nelle galassie, misurare con precisione le masse e le età degli ammassi stellari e comprendere la natura dei piccoli grani di polvere che costituiscono lo spazio interstellare.

Le osservazioni di Hubble di M74, in precedenza, avevano rivelato aree di formazione stellare particolarmente luminose, note come regioni HII. La visione nitida di Hubble alle lunghezze d’onda dell’ultravioletto e del visibile, come dicevamo, completa l’impareggiabile sensibilità di Webb alle lunghezze d’onda dell’infrarosso. Combinando i dati provenienti da telescopi che operano in tutto lo spettro elettromagnetico, gli scienziati possono ottenere una maggiore comprensione degli oggetti astronomici rispetto all’utilizzo di un singolo osservatorio, anche se potente come Webb.

www.media.inaf.it/2022/08/29/hubble-webb-galassia-m74/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...